Praet vicino al rientro: ma non sarà mezzala

praet numeri
© foto Valentina Martini

Il belga sta recuperando dall’infortunio e ha messo nel mirino il Frosinone. Giampaolo lo utilizzerà come regista

La sconfitta rimediata alla “Dacia Arena” contro l’Udinese è l’emblema di una Sampdoria non perfetta fisicamente e tatticamente. Tra tutte le defezioni in campo, quella che ha sorpreso maggiormente è stato l’utilizzo di Edgar Barreto in cabina di regia. Non una mossa geniale e nemmeno obbligata, se vogliamo essere puntigliosi, viste le presenze di Albin Ekdal e Ronaldo Vieira che avrebbe potuto tranquillamente risolvere un problema già enorme in partenza. I tifosi non hanno accolto con benevolenza tale scelta, ma dovranno probabilmente rassegnarsi all’idea di vederla riproposta nella sfida di domenica sera contro il Napoli, che segna l’esordio in Serie A al “Ferraris” della squadra blucerchiata.

L’incubo finirà il 16 settembre, quando per la trasferta di Frosinone l’allenatore Marco Giampaolo avrà messo definitivamente in mostra un’altra nuova invenzione. Dennis Praet sarà nuovamente disponibile dopo l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto allo stop e occuperà il ruolo che per gli ultimi due anni è appartenuto a Lucas Torreira. Il centrocampista belga infatti non forzerà il suo rientro e attenderà la conclusione della sosta per le nazionali prima di tornare nell’undici titolare della Sampdoria. La novità, come anticipato in precedenza, è la nuova collocazione tattica. Ekdal convince più da mezzala e Vieira non dà ancora garanzie: trasformare Praet in playmaker significa avere un centrocampo bilanciato e potenzialmente forte, nonché coperto da riserve di assoluto valore per la categoria. Da presunto trequartista a possibile regista: la nuova vita calcistica di Praet sta per cominciare.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
Jankto moviolaOrgoglio Jankto: convocato dalla Repubblica Ceca
Prossimo articolo
pradè sampdoriaPradè applaude l’Udinese: «Mai semplice vincere contro Giampaolo»