Quagliarella e l’esultanza speciale: ecco il motivo

quagliarella esultanza sampdoria-crotone
© foto Valentina Martini

Quagliarella, svelato il motivo dell’esultanza “a piccione”: faceva parte di una scommessa con “Il Pancio”

L’avvio di campionato di Fabio Quagliarella è stato scintillante: in 8 partite giocate, l’attaccante stabiese ha segnato già 5 reti – 3 su rigore, certo, ma anche le massime punizioni bisogna saperle calciare, e la sua presenza in campo risulta sempre più fondamentale per Giampaolo. Anche ieri sera, il numero 27 blucerchiato ha timbrato il cartellino realizzando il rigore conquistatosi da Zapata e chiudendo virtualmente la gara con 80 minuti d’anticipo. In molti, però, si sono chiesti, quando hanno visto il centravanti esultare “alla Caracciolo” sollevando le braccia come fossero ali, il perché di questo strano festeggiamento. Il mistero è presto svelato: l’esultanza era stata concordata con “Il Pancio”, comico che, insieme all’amico Enzo, aveva scherzosamente chiesto all’attaccante due maglie blucerchiate. Quagliarella e il comico si erano poi messi d’accordo per un’esultanza speciale nel caso in cui l’attaccante avesse segnato a Milano, dove avrebbe dovuto imitare un piccione. Quagliarella, però, ha giocato d’anticipo e ha sfoderato il singolare festeggiamento ieri dopo la rete al Crotone, guadagnandosi gli improperi del comico.

1. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

2. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

3. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

4. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

5. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

6. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

7. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza

8. Il “piccione” di Quagliarella: ecco il perché dell’esultanza