Quando l’investimento si trova in casa: Simone Zaza

© foto www.imagephotoagency.it

L’emergenza attacco è cosa nota, Nicola Pozzi perseguitato dagli acciacchi e spesso infortunato, Eder che lamenta sempre qualche problema, Maxi Lopez ai box dopo l’intervento. L’attacco insomma fa acqua da tutte le parti. Per questo il giovane Icardi è stato buttato nella mischia, facendogli mettere sulle spalle tutta la squadra. In panchina compare sempre Savic, mai impiegato. È spesso sono i fuori ruolo a inventarsi attaccanti, vedi Soriano.

Si parla tanto di mercato, scambi con il Torino, Sansone per Pozzi, ad esempio. Ma la realtà è che un buon investimento, da far rientrare alla base, sicuramente a Giugno è Simone Zaza
 
Il campionato di B è un campionato difficile, eppure come giovane prima punta, Zaza sta tenendo in piedi l’Ascoli anche grazie ai suoi gol. Classe 1991, Simone sta tenendo un buon ruolino di marcia in questa stagione di serie B. Il suo valore di mercato si aggira intorno ai 400.000 euro. Troppe volte la Sampdoria ha perso l’occasione di tenersi in casa i suoi ragazzi giovani. Non sarebbe il caso di invertire il trend e cominciare a fare dei progetti seri per i nostri talenti invece di svenderli e vederli esplodere altrove, magari mangiandosi le mani dopo? Icardi, Obiang, Poli ma anche i ragazzi che sono stati dati in prestito per farsi le ossa come Simone Zaza, questi sono il futuro della Sampdoria. Per non dover più cercare di operare sul mercato in ruoli dove siamo già coperti e con ragazzi cresciuti nelle nostre giovanili.
Articolo precedente
Sarà Giacomelli ad arbitrare Catania – Sampdoria
Prossimo articolo
Sensibile blinda Obiang e Poli: “Non si muovono fino a giugno”