Rafael punta i piedi: «Decide Giampaolo, ma voglio restare»

© foto www.imagephotoagency.it

Rafael commenta la prestazione contro il Chievo e pensa al futuro: «Alla Samp sto bene, buon feeling con la società»

CHIEVO-SAMPDORIA: LE PAGELLE
CHIEVO-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS
CHIEVO-SAMPDORIA: SINTESI E TABELLINO

Reti inviolate nell’ultima partita giocata in trasferta dalla Sampdoria. Contro il Chievo la squadra di Marco Giampaolo non è riuscita a essere concreta e nemmeno in superiorità numerica è arrivato il gol della vittoria. Sono state poche le novità, una di queste è tra i pali, dove al posto di Emil Audero è sceso in campo Rafael all’esordio in blucerchiato in Serie A: «Usciamo dispiaciuti perché non abbiamo vinto. Non abbiamo preso gol ed è positivo ma volevamo sicuramente fare meglio: sognavamo di qualificarci in Europa ma non ci siamo riusciti».

«Siamo dispiaciuti perché lo avremmo meritato per quello che abbiamo fatto vedere per buona parte della stagione. Bisogna guardare avanti, la Sampdoria merita di più del nono posto secondo me. Personalmente ho fatto il mio lavoro per avere più opportunità, il mio è un ruolo diverso dagli altri. Le scelte spettano al mister e rispetto quello che ha deciso. Ovvio che chiunque voglia giocare ma qui sto bene, ho un buon feeling con la società, squadra e staff sono eccezionali: sono felice di essere alla Samp», ha commentato ai microfoni di Samp TV.