Giampaolo detta le regole: «Con Jankto mi scontro. Ekdal out? Allora gioca il bambino»

© foto Db Milano 28/10/2018 - campionato di calcio serie A / Milan-Sampdoria / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Marco Giampaolo

Roma-Sampdoria: Giampaolo presenta la partita in programma domenica alle 15 tra le mura dello stadio “Olimpico”

ROMA-SAMPDORIA IN STREAMING
ROMA-SAMPDORIA: LE PROBABILI FORMAZIONI

La 12ª giornata di Serie A vede la Sampdoria affrontare la Roma. Trasferta impegnativa per la squadra di Marco Giampaolo, che viene da due sconfitte consecutive contro Milan e Torino. Il tecnico blucerchiato presenta in conferenza stampa le tematiche legate a Roma-Sampdoria: «La sconfitta contro il Torino l’abbiamo analizzata. Abbiamo commesso degli errori, ma le sconfitte vanno messe alle spalle. Ora c’è una nuova partita e bisogna metterci la faccia, dimostrando di saper andare oltre le sconfitte cosa che la Sampdoria ha sempre saputo fareLa Roma è un avversario di caratura. In Champions marcia forte e in campionato ha avuto qualche battuta di arresto. È una squadra di rango. Ha saputo fare risultati molto importanti. Il nome della squadra conta relativamente perché le partite sono tutte difficili ed equilibrate. Dobbiamo fare una partita importante noiLa partita contro il Torino l’abbiamo sbagliata sul piano tecnico. Non siamo stati capaci di ripartire, di pulire. È nata male e finita peggio in tutti gli episodi. Dalla squadra mi aspetto che non tradisca il suo modo di essere. La Sampdoria ha perso, ha vinto e pareggiato sapendo dare una certa continuità nelle sue partite e io mi aspetto che mantenga il suo modo di giocare. Voglio che sappia reagire da una sconfitta comunque pensante».

Tanti giocatori a mezzo servizio obbligheranno a fare dei cambi: «Barreto mancherà per molto tempo, perdiamo un giocatore forte che ha una leadership in campo. Con Jankto serve bastone e carota, da lui mi aspetto di più perché lo ritengo un giocatore importante. Deve metabolizzare il fatto di non giocare, ma i giocatori forti sanno venire fuori dalle situazioni più difficili attraverso il fare le cose in maniera giusta dando continuità al lavoro. Ci scontriamo io e Jankto sul campo. Ma perché da lui prendendo di più, esigo di più. Non solo per quanto riguardo il calcio giocato: deve essere calciatore a 360°. Nei ultimi giorni ha cambiato anche un certo tipo di atteggiamento. Domani dall’inizio non giocheràI gol subiti nelle ultime partite sono particolari. Alcuni sono nati da palle inattive che abbiamo analizzate. Il numero dei gol non subiti all’inizio falsava la realtà, come il numero dei gol subiti adesso è falso Non penso ai diffidati perché ho giocatori contati. Linetty e Jankto insieme non giocano e quindi non cambio. Le partite non le programmo in vista del derby che sarà tra 15 giorni e avrò modo di pensarci. Se Ekdal non dovesse stare bene, giocherà il bambino Vieira».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!

Articolo precedente
Roma Di FrancescoDi Francesco euforico: «Contro la Samp come in Champions». E quel furto a Giampaolo…
Prossimo articolo
andersen sampdoriaLa Samp incentiva Andersen: ecco il bonus a punto