Sampdoria, ecco Peruzzi: terzino di spinta con Genova nel destino

© foto www.imagephotoagency.it

Ritratto di Gino Peruzzi, terzino del Boca Juniors che piace alla Sampdoria: spinta, grinta e un destino che sembra già scritto

Dopo la sfortunata sconfitta contro la Lazio, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, stuzzicato dalle domande dei giornalisti, ha rivelato che per il mercato di gennaio la Sampdoria sta tenendo d’occhio un paio di profili per rinforzare la rosa a disposizione di Giampaolo, una dei quali sarebbe un terzino destro. Inevitabile pensare dunque, date le ottime recenti prove di Bereszynski, che a lasciare Genova potrebbe essere Jacopo Sala. L’indiziato numero uno per sostituire l’ex Hellas Verona sarebbe Gino Peruzzi, difensore del Boca Juniors che ha già conosciuto la Serie A qualche anno fa, a Catania. Vediamo dunque di che tipo di giocatore si tratta: classe ’92, Peruzzi è un terzino di grande spinta, abile a compensare una statura non eccezionale – 1,76 – con un’invidiabile forza fisica e una grinta tutte sudamericane.

L’avventura in Serie A è durata poco, per il difensore argentino, più per le difficoltà cui stava andando incontro la società etnea che per l’inadeguatezza del giocatore agli standard del campionato nostrano: una chiamata dal Boca Juniors poi, in quel momento, per un argentino significava il coronamento di un sogno, e non c’è da stupirsi perciò che Peruzzi abbia deciso di attraversare nuovamente l’Atlantico per tornare in madrepatria. Nei due anni passati al Boca Peruzzi è cresciuto molto dal punto di vista della maturità fisica, diventando uno degli imprescindibili del club di Buenos Aires: la scorsa stagione ha per esempio collezionato 25 presenze condite da 3 reti e 3 assist. Insomma, si tratta di un terzino bravo a difendere ma che sa dire la propria anche quando si tratta di spingere e, perché no, di segnare. A Genova potrebbe inserirsi gradualmente negli schemi di Giampaolo, aiutato dalla precedente militanza in Serie A. Si tratterebbe insomma di un altro colpo di prospettiva per la Sampdoria, una scommessa che vale la pena di essere fatta. E poi, per un giocatore che ha militato fra le fila degli Xeneizes, Genova sembrerebbe davvero la destinazione più giusta.

Articolo precedente
Cagliari-Sampdoria, il punto: rossoblù senza Barella, a parte Strinic e Linetty
Prossimo articolo
sampdoria-lazio barreto savicBarreto, ricorda il 2014/15: puoi ferire il Cagliari