Connettiti con noi

Focus

La Sampdoria preoccupa: proprietà distratta, tecnico in confusione, squadra svuotata

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Momento difficile per la Sampdoria: proprietà impegnata su altri fronti, D’Aversa in difficoltà e la squadra manca di attenzione e voglia

La sconfitta contro il Torino è stata la pesante goccia che ha, di fatto, cancellato la vittoria contro lo Spezia e quel briciolo di serenità che essa aveva portato. Nella partita con i granata la Sampdoria ha dimostrato limiti su tutti i fronti, dirigenziali, tecnici e di squadra. I problemi del calciomercato, aggiunti a condizioni fisiche e calendario sfortunati; gli errori di Roberto D’Aversa; la distrazione di una proprietà alle prese con la faccenda di Eleven Finance e un gruppo che appare, gara dopo gara, sempre più apatico sono gli elementi che hanno portato a questa situazione.

I nove punti in classifica non sono nemmeno il problema principale, il tempo per mettersi tre o quattro squadre alle spalle c’è, così come ci sono le qualità per farlo. Il punto ruota attorno al continuo navigare a vista. Gli imprevisti ci sono in una stagione e alla Sampdoria sono capitati in questo avvio, facendo emergere l’assenza del temperamento giusto e tutti i limiti del gruppo blucerchiato. Non possono l’assenza di Mikkel Damsgaard, una debacle interna e qualche giocatore fuori forma far crollare il castello. Dopo il Napoli la squadra ha perso identità e idee, e lo spirito di sacrificio si è visto sono con lo Spezia. Per ripartire nel fondamentale match con il Bologna servirà che queste tre o quattro componenti tornino a collaborare, perché il tempo stringe e gli alibi sono finiti.