Sampdoria, Ranieri chiude al mercato: ma c’è più di un buco in rosa

Iscriviti
sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, Ranieri e Osti nicchiano sul mercato in entrata: qualche lacuna nell’organico a disposizione di Ranieri c’è ancora

È chiaro, la Sampdoria non ha ancora avuto a disposizione tutta la sua rosa al gran completo. Manolo Gabbiadini, fuori per tutto il girone d’andata (rientrerà solo a metà febbraio), e Keita Balde prima fuori condizioni, poi infortunato e nell’ultima squalificato, non sono stati praticamente utilizzati da Claudio Ranieri. Entrambi saranno sicuramente un “acquisto” nel girone di ritorno, ma non basta a giustificare l’attuale presa di posizione sulla chiusura al mercato.

Dalle dichiarazioni di Carlo Osti e del tecnico doriano, sembra che la Sampdoria non abbia bisogno di intervenire a gennaio con qualche ritocco alla rosa. Restano però delle lacune importanti, soprattutto difensive. Tommaso Augello e Bartosz Bereszynski sono i soli terzini di ruolo presenti (Alex Ferrari, che è un centrale, è infortunato. Regini, che è un centrale, non è all’altezza) e sarebbe la prima lacuna da dover colmare. Ostacolo vero a qualsiasi operazione è la questione dell’indicatore di liquidità che permetterà alla Sampdoria, come a molte altre squadre, solo operazioni che non superino il tetto di 2,5 milioni di euro complessivi.