Silvia Salis stuzzica Ferrero: «Per essere competitivi bisogna spendere»

© foto www.imagephotoagency.it

Silvia Salis dice la sua sul campionato della Sampdoria: «Dobbiamo essere contenti, la differenza con le altre squadre è troppa. Manca qualche top player in rosa»

Non poteva mancare al Torneo Ravano, dopo Christian Puggioni, Corrado Tedeschi e altri tifosi blucerchiati, una donna di sport come Silvia Salis, da sempre grande sostenitrice della Sampdoria: «Per me è una grande emozioni essere qui, da piccola ho fatto il Torneo Ravano essendo genovese e sampdoriana, ho una foto di quando avevo 9 anni con il presidente Enrico Mantovani. Essendo blucerchiata, quando ne ho l’occasione non posso mancare. Se devo giudicare la stagione della Samp penso di poter dire che è andata bene, dobbiamo essere contenti. Ci sono state cadute, ma anche momenti positivi, mi piace molto Giampaolo, spero resti il più a lungo possibile. Cosa manca alla Samp per essere più competitiva? E’ inutile nascondersi dietro un dito, manca qualche top player, dipende anche da quanto vuole spendere la dirigenza. Questi ragazzi sono forti, hanno anche battuto squadre più attrezzate ma poi sulla lunga distanza la differenza di rosa si paga. Penso che comunque i veri tifosi sappiano accettare anche questo, siamo contenti quando si vince, ma se le cose non vanno come speriamo si tifa comunque. Io se sono lontana da Genova guardo le partite in televisione – conclude Salis –, se invece ho la possibilità vado sempre allo stadio, ti dà un’altra emozione».

Articolo precedente
giampaolo sampdoriaGiampaolo, chi scegli? Ecco i possibili preparatori atletici
Prossimo articolo
Colley SampdoriaColley ha detto sì: ora la Samp tratta con il Genk