Stijepovic lascia il ritiro: ecco perché

stijepovic
© foto SampTV

Stijepovic lascia il ritiro di Ponte di Legno: è a Roma per il visto che gli servirà per prendere parte alla tournée inglese con la Sampdoria

Il reparto offensivo della Sampdoria piange. Con la cessione di Duvan Zapata all’Atalanta e il ritorno di Dawid Kownacki dalle vacanze previsto per il 21 luglio, Marco Giampaolo si trova al momento con soli due attaccanti a disposizione. Già, perché anche Ognjen Stijepovic, talento montenegrino che nella prima amichevole stagionale ha messo a segno ben quattro gol, ha lasciato da poco il ritiro di Ponte di Legno.

Niente questioni di calciomercato in ballo, o problemi di salute. Per il classe ’99 solo belle notizie, perché proprio le qualità dimostrate durante la preparazione in Val Camonica gli sono valse la conferma in squadra e la conseguente partecipazione alla tournée nel Regno Unito che i blucerchiati sosterranno a fine mese. Stijepovic, perciò, da ieri sera è stato lasciato libero di sbrigare le faccende burocratiche necessarie e si trova attualmente a Roma per ottenere un visto.

«Se il mio intuito non mi inganna – ha dichiarato l’attaccante a sportklub.rs – questa sarà una stagione molto importante. Abbiamo lavorato duro in ritiro, ho lottato ogni allenamento per dimostrare il mio valore e quanto posso dare alla squadra. Quattro gol significano molto per me in termini di autostima. So che siamo appena all’inizio e che ogni giocatore vuole un posto in prima squadra, ma è la stessa cosa che voglio io. «C’è una bella chimica, una bella atmosfera. La rivalità tra compagni è giusta e oserei dire sana. La mia giovane età e i miei successi sono il segreto del mio vantaggio su altri giocatori. Lo ripeto, voglio convincere lo staff tecnico della Sampdoria in ogni allenamento che c’è un posto anche per me in Serie A».