Tentativo a vuoto per Milinkovic-Savic: il retroscena

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria ci ha provato per il portiere del Torino Vanja Milinkovic-Savic: le richieste di Cairo hanno fatto saltare l’affare

Con l’addio di Viviano ormai ad un passo, la Sampdoria ha bisogno di un nuovo estremo difensore cui affidare la porta in vista della prossima stagione: se Skorupski è ormai sfumato e Sportiello resta congelato in attesa del via libera definitivo per definire l’operazione, la Sampdoria ha comunque valutato altri profili in questi giorni. Uno di questi è quello di Vanja Milinkovic-Savic, portiere di proprietà del Torino che ha già attirato su di sé l’attenzione di molti club. Il serbo classe ’97, chiuso in granata da Sirigu, vorrebbe giocare con continuità e ha già ricevuto l’offerta della Spal per un trasferimento annuale a Ferrara, ma il retroscena raccontato da Toro.it riguarda la Sampdoria, che avrebbe tentato di acquistare l’estremo difensore nei giorni scorsi. Il presidente del Torino Cairo, però, avrebbe voluto inserire una clausola di recompra nel contratto da siglare con la società blucerchiata, in modo tale da potersi reimpossessare del cartellino di Milinkovic-Savic fra uno o due anni. Una richiesta che la Sampdoria non ha accettato, ragion per cui l’affare si è raffreddato: a questo punto, a meno di sorprese, per la società di Corte Lambrischini resta Sportiello per il ruolo di titolare in vista del prossimo campionato.

Articolo precedente
Sabatini è già al lavoro: Cuello intriga la Sampdoria
Prossimo articolo
prestito ivanLa Vis Pesaro sogna: chiesti anche Balde, Ivan e Rocca