Viviano non si smentisce: diciottesimo rigore parato

viviano sampdoria
© foto Valentina Martini

Emiliano Viviano è tornato! Con la Roma sempre partite superlative per il portiere blucerchiato, arriva al suo diciottesimo rigore parato

Emiliano Viviano ha salvato la Sampdoria, il suo istinto nell’alzare il braccio e respingere il rigore calciato da Florenzi ha permesso ai blucerchiati di restare in partita e di andare a vincerla grazie alla premiata ditta MurruZapata. Il fatto che Viviano sappia parare i rigori non è una novità, anzi è un suo marchio di fabbrica: in carriera sono diciotto le volte che il portiere di Fiesole ha negato la gioia del gol agli avversari presentatisi dal dischetto degli undici metri. Florenzi è solo l’ultimo di una serie di giocatori che, davanti a Viviano, non sono riusciti a mettere il pallone in rete: Politano, Candreva, Berardi, Birsa sono quelli che contro la Sampdoria non sono riusciti a segnare su rigore. Non è solo il penalty però a far parlare, sono le innumerevoli parate effettuate contro la Roma ad essere al centro del mirino: Viviano ha una predilezione per i giallorossi, in passato come oggi, a prescindere dal risultato finale, il numero due della Sampdoria ha sempre giocato partite strepitose. Ieri ha negato il gol a tutti: Under, El Shaarawy, Dzeko, Florenzi, Nainggolan, parando di piede, in tuffo, in uscita e anche con il volto. Dopo un periodo di ombre si può dire che Viviano è tornato alla grande con una prestazione sopraffina che lo incorona migliore in campo del match.

1. Diciotto volte no dal dischetto

2. Diciotto volte no dal dischetto

3. Diciotto volte no dal dischetto

4. Diciotto volte no dal dischetto

5. Diciotto volte no dal dischetto