Volpi elogia Giampaolo: «Sampdoria non schiava dei tatticismi»

Volpi Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex capitano della Sampdoria analizza la partita di domenica contro la Lazio e descrive con ammirazione il lavoro di Giampaolo

Mancano pochi giorni all’attesa sfida tra Sampdoria e Lazio, vero e proprio scontro diretto per l’attuale quinto posto in classifica e un tassello in più nel mosaico che raffigura l’Europa League. Essendo il divario di soli tre punti, per Sergio Volpi non esiste un esito scontato: «Sarà una partita aperta a qualsiasi risultato. La Samp è una squadra che ormai gioca per vincere. Stesso discorso ovviamente vale anche per la Lazio, che non si chiude mai in difesa e cerca sempre di fare il possibile per avanzare e portare a casa il risultato. Non mi piace quando le squadre sono schiave dei tatticismi, ma questo non è il caso di Samp e Lazio. Mi auguro che sia una partita bella da vedere, ricca di gol, ma soprattutto all’insegna della lealtà».

L’ex capitano blucerchiato elogia l’operato dei due tecnici, capaci di offrire un tipo di calcio che nel panorama italiano manca da tempo: «Simone Inzaghi e Giampaolo sono due allenatori molto bravi a trasmettere le loro idee di gioco a tutta la squadra. I giocatori riescono a recepire queste idee e a concretizzarle in campo. Questo spiega perché siano riusciti a collezionare degli ottimi risultati alla guida delle loro squadre. Hanno delle caratteristiche simili. Giocano entrambi ogni partita a viso aperto, non scendono mai in campo per difendersi. Offrono alla Serie A un calcio propositivo – conclude Volpi ai microfoni di lalaziosiamonoi.it, che sta permettendo loro di procedere al meglio in questo campionato».