Eder: «Arrivato all’Inter nel momento peggiore, ma non mi pento della scelta»

© foto www.imagephotoagency.it

Pensando a Eder Citadin Martins, viene da chiedersi che cosa ci faccia con la maglia dell’Inter. Dopo un girone d’andata a ottimi livelli con la Sampdoria, l’attaccante di Lauro Muller è passato in nerazzurro con risultati assai deludenti. Dal mese di aprile, mister Mancini lo ha utilizzato col contagocce, tenendolo per due volte in panchina e al massimo concedendogli qualche minuto a partita quasi finita.

Ha ritrovato il gol (che gli mancava da Samp-Napoli del 24 gennaio) contro l’Udinese la settimana scorsa, ma non è certo questa rete a cambiare il bilancio generale della sua stagione all’ombra del Duomo. Anche lo stesso Eder, intervenuto ai microfoni di Inter Channel, sembra essere consapevole della situazione: «Sicuramente mi aspettavo qualcosa di più, ma sono arrivato in concomitanza con il momento peggiore della stagione nerazzurra. Nei miei confronti le aspettative erano molto elevate, sul sottoscritto sono piovute prontamente critiche, ma del resto ero consapevole che sarebbe accaduto. Al di là di tutto – conclude – sono felice della scelta compiuta a gennaio, non me ne pento. Il mio obiettivo deve restare quello di proseguire a lavorare come ho sempe fatto ogni qual volta il mister mi chiamerà in causa».

Condividi
Articolo precedente
Milan, Montella sempre tra i nomi per la prossima stagione
Prossimo articolo
Genoa-Roma: Gasperini si tutela, in panchina i quattro diffidati