Éder: «In Nazionale per quanto fatto negli ultimi 4 anni»

© foto www.imagephotoagency.it

Oramai ci siamo: Euro 2016 inizia questa sera, apriranno le danze la Francia padrona di casa contro la Romania per la prima giornata. L’Italia inizierà il suo percorso lunedì sera contro il Belgio, sfida subito ostica per gli Azzurri che dovranno poi vedersela contro Svezia e Irlanda per la qualiicazione al turno successivo.

Intervenuto in conferenza stampa insieme ai compagni Ciro Immobile e Lorenzo Insigne, ha parlato l’ex blucerchiato Éder, uno dei nomi più controversi fra le fila azzurre, il suo rendimento degli ultimi mesi non era certamente passibile di convocazione, e lui a riguardo ha risposto così:  «Non sappiamo chi scenderà in campo di noi, ma posso contare sulla fiducia della persona più importante, il mister: non ho nulla da dimostrare a nessuno se non a lui. Se sono qui non è per quello che ho fatto nei tre mesi all’Inter, ma per quello che ho fatto negli ultimi quattro anni. Conte mi chiama in Nazionale da un anno e mezzo, ho dato anche il mio contributo alla qualificazione all’Europeo».

Nell’ultimo periodo a Milano non era apparso in forma: «Sono sereno, nell’ultimo mese e mezzo all’Inter non avevo giocato, quindi ho faticato un po’ nello stage, ma ho lavorato tanto e ora penso che siamo un po’ tutti alla pari fisicamente. Se il mister mi chiamerà in causa, sarà pronto. Quello che è passato è passato, io posso dare la garanzia di fare il massimo, del mio meglio. Non posso promettere 20 gol. La gara col Belgio? Non è determinante, ma partire bene è meglio. Poi ci saranno comunque altre due partite da giocare».

Condividi
Articolo precedente
Ag. Giaccherini: «Tante squadre interessate: di fronte a un bel progetto…»
Prossimo articolo
Viviano: «Nazionale? Rispetto la scelta del mister»