Montella: «Il cammino della squadra è quello giusto. Oggi non era semplice…»

© foto www.imagephotoagency.it

La sfida tra Sampdoria e Atalanta si è da poco conclusa, con il triplice fischio arbitrale che arriva nuovamente al temine di una prestazione piuttosto deludente per i blucerchiati di mister Montella, che ci hanno provato ma non hanno trovato il varco giusto contro i bergamaschi.

L’allenatore blucerchiato, però, fa leva su quelli che possono essere stati gli aspetti positivi dei novanta minuti del Ferraris: «La squadra ha disputato una buona partita, se pensiamo soprattutto quanto oggi fosse difficile questo avversario, che non ti lascia spazi e rende complicata la costruzione del gioco. La squadra credo abbia messo tutto in campo anche oggi: abbiamo inseguito la vittoria, ma non siamo riusciti ad ottenere i tre punti. Sappiamo bene di dover lottare per questa classifica – ha proseguito il tecnico, nel suo intervento a Skye dobbiamo soprattutto lavorare sui noi stessi, con tutto il rispetto per le squadre che ci seguono. Quella di oggi sicuramente non è stata una partita di qualità come invece sono state altre nostre, ma continuando così ne verremo sicuramente fuori alla grande, anche perché la classifica è corta. Il cammino è quello giusto».

Sulle scelte di formazione, queste le parole di Montella: «Ho tante possibilità, e in attacco abbiamo tante armi: oggi vedevo meglio Quagliarella rispetto a Muriel, e le mie decisioni vengono prese in base alla strategia di gara, all’avversario che troviamo di fronte e allo stato di forma dei giocatori. La formazione di questo pomeriggio era chiaramente un po’ sbilanciata in attacco, e io credo sia giusto che in alcune partite si faccia così. Paradossalmente, oggi non siamo riusciti a segnare, pur avendo infatti tanti giocatori offensivi in campo. L’esperienza in blucerchiato? Sono molto autocritico e dico che mi aspettavo di più da me stesso. Allo stesso tempo, sono sicuro che dimostreremo tutti il nostro valore nelle prossime partite».

Condividi
Articolo precedente
Montella: «Atalanta chiusa e compatta, Dodô in crescita»
Prossimo articolo
Reja: «Accettiamo il risultato, ci abbiamo provato»