Rocca, De Vitis e Rolando: la stagione dei tre blucerchiati in prestito al Latina

italia rocca
© foto www.imagephotoagency.it

Un bilancio della stagione dei tre blucerchiati Michele Rocca, Alessandro De Vitis e Gabriele Rolando, in prestito al Latina

Il Latina è diventata, dalla scorsa estate, una sorta di società satellite della Sampdoria: i blucerchiati quest’anno hanno inviato nel Lazio ben quattro giocatori: Michele Rocca, Alessandro De Vitis, Atila Varga – che ha però giocato solo con la Primavera – e Gabriele Rolando, ottenendo in cambio l’intero cartellino di Roberto Criscuolo, aggregato alla Primavera blucerchiata a partire da gennaio. Andiamo allora a vedere come si sono disimpegnati i giovani provenienti da Genova fra le fila nerazzurre. Rocca e Rolando sono approdati insieme nel Lazio in prestito con diritto di riscatto. Il difensore genovese arrivava da una positiva stagione al Matera, mentre il centrocampista milanese aveva vissuto, l’anno precedente, lo scotto della retrocessione con il Lanciano, squadra in cui aveva militato da gennaio a giugno insieme a Federico Bonazzoli. Per quanto riguarda Rolando, la stagione che va ormai concludendosi può ritenersi soddisfacente: finora sono 24 le presenze totali – 22 in campionato e 2 in Coppa Italia -: dopo un inizio difficile, il terzino si è guadagnato la fiducia dei mister che si sono succeduti sulla panchina nerazzurra e ha trovato maggiore continuità.

DE VITIS SI CONFERMA, STAGIONE ANONIMA PER ROCCA – Ci si aspettava qualcosa di più da Michele Rocca invece, approdato alla Sampdoria – direttamente dalla Primavera dell’Inter – nel gennaio dello scorso anno con grandi aspettative, per adesso in gran parte disattese. Dopo una stagione non esaltante a Lanciano, il classe ’96 quest’anno ha giocato quasi sempre a Latina – 28 presenze totali -, ma senza mai lasciare veramente il segno. La società laziale detiene il diritto di riscatto sia per Rolando che per Rocca: difficile ipotizzare le intenzioni del club nerazzurro in questo momento, ma certamente, se i due giocatori dovessero tornare a Genova, sarebbero dirottati in prestito nuovamente in Serie B, perché il loro percorso di crescita possa continuare. Detto di Varga, approdato a Latina ma fra le fila della Primavera, rimane De Vitis, probabilmente il migliore fra i tre. Il classe ’92 ex Modena ha collezionato 28 gettoni in stagione – 27 in campionato e 1 in Coppa Italia -, realizzando due assist e due reti – memorabile quella messa a segno contro il Benevento. De Vitis ha giocato, tutto sommato, una buona stagione, che potrebbe valergli anche una chiamata, per il prossimo anno, da una squadra di alta Serie B o, magari, da una neopromossa in Serie A. Difficile pensare che la Samp possa riportarlo alla base, vista la folta concorrenza a centrocampo: suggestiva sarebbe l’ipotesi Spal, squadra ormai vicina alla Serie A con la quale De Vitis ha giocato in Lega Pro lo scorso anno, un doppio salto di categoria che chiuderebbe il cerchio aperto due stagioni prima.

Condividi
Articolo precedente
BereszynskiNon solo Wioletta: ecco Maja, la ballerina di Bereszynski – FOTO
Prossimo articolo
SampdoriaPalumbo, campionato difficile alla Ternana: il riassunto della sua stagione