Soriano – Inter, possibile l’inserimento di contropartite tecniche

© foto www.imagephotoagency.it

Soriano all’Inter, a gennaio, è stato uno dei tormentoni del calciomercato. Dopo essere stato vicinissimo al passaggio al Napoli in estate, il centrocampista italo-tedesco della Sampdoria durante il mercato invernale sembrava infatti essere destinato a seguire l’amico Eder alla corte di Mancini.

Poi, vuoi per le scarse disponibilità economiche dei nerazzurri, vuoi per la volontà ferrea di Montella di non privarsi di un altro elemento importante della rosa blucerchiata, il numero 21 è rimasto all’ombra della Lanterna.

 

Il discorso con il club di Corso Vittorio Emanuele, però, sembra soltanto rinviato: è molto accreditata infatti la tesi che l’Inter, abbia bloccato Soriano per giugno sfruttando i buoni rapporti fra i club. A conferma del fatto che gli uomini mercato dell’Inter non mollino il classe ’91 è la presenza di Ausilio domenica sera a Roma, probabilmente proprio per visionare il ragazzo sul campo.

 

L’edizione odierna del Corriere dello Sport prova allora a dipingere i possibili scenari per l’estate: il prezzo fissato da Ferrero per il giocatore è di 15 milioni, cifra che l’Inter vorrebbe tentare di abbassare inserendo alcune contropartite tecniche. Due sono, in particolare, i nomi: il primo è quello di Dodô, laterale mancino che sta ben figurando in queste prime partite con la maglia blucerchiata e che potrebbe trasferirsi a Genova a titolo definitivo. Il secondo riguarda Ionut Radu, portiere della Primavera nerazzurra, un prospetto molto promettente che Osti seguirebbe con grande interesse.

Condividi
Articolo precedente
Giudice Sportivo: Samp e Atalanta al completo, Correa in diffida
Prossimo articolo
Atalanta – Samp, Freuler promette battaglia: «Punteremo al successo»