Sportradar AG a Bogliasco: lezione sul match-fixing

Sampdoria Bogliasco
© foto www.imagephotoagency.it

La società partner UEFA ha incontrato la Sampdoria per sostenere una lezione sul match-fixing, illustrandone rischi e conseguenze

Giornata di workshop formativo per la Sampdoria. Prima squadra e selezioni giovanili, insieme con i rispettivi staff tecnici e dirigenziali, hanno incontrato l’avvocato Marcello Presilla, responsabile per l’Italia di Sportradar AG, per una lezione sui rischi e le conseguenze del match-fixing: la società partner UEFA è specializzata nell’analisi e monitoraggio dei flussi di scommesse, nonché inserita nella lotta alle frodi sportive. Durante gli incontri sono stati tracciati i profili dei fixers, i criminali che adescano i giocatori mediante l’utilizzo di tecniche di adescamento che sfociano anche in ricatti e minacce, pregiudicando così il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio. L’obiettivo è accrescere il grado di consapevolezza di ciascun atleta, in modo che da solo sappia tutelarsi. A tal proposito è intervenuto il direttore sportivo blucerchiato Carlo Osti«I valori dello sport devono essere difesi e tutelati. Ritengo dunque che gli argomenti trattati nel corso degli incontri di oggi abbiano una valenza formativa fondamentale su aspetti del calcio che soprattutto i giovani possono sottovalutare o addirittura ignorare. Sottolinearli con metodologia e prevenzione è la strada giusta da seguire al fine di creare uomini seri e corretti sul rettangolo di gioco così come nella vita di tutti i giorni».

Condividi
Articolo precedente
lulic sampdoriaOsijek, sconfitta amara con il Rijeka: out Lulic
Prossimo articolo
Osti SampdoriaOsti: «Giampaolo ha un contratto. Siamo contenti del nostro percorso»