Stellone: «Sono sicuro che faremo bene. Samp non all’ultima spiaggia»

© foto www.imagephotoagency.it

Contemporaneamente a Vincenzo Montella, anche Roberto Stellone è intervenuto nel corso della consueta conferenza stampa per approfondire meglio il volto della partita tra Sampdoria e Frosinone.

 

«Sarà battaglia con o senza il terreno pesante. Al di là delle condizioni del campo è una gara importante perché, in caso di risultato pieno, aumenterebbe le nostre probabilità di salvarci. In caso di sconfitt, però, non sarebbe tutto perso. Farebbe la differenza vincerla per il morale, non tanto per la classifica perché siamo tutti in pochi punti. Sarebbe un’impresa fare punti in casa di una grande squadra, e per farlo sfrutteremo i loro problemi. Non pensiamo sia l’ultima partita del campionato, ci sono anche altre squadre in difficoltà come Palermo, Udinese e Atalanta. Nessuno può stare tranquillo. Sono sicuro che faremo bene».

 

L’ipotesi rinvio non preoccupa per il momento, ma il tecnico giallazzurro è molto chiaro: «Io la vorrei giocare. Assolutamente, sono sempre per giocare. Stiamo bene e quindi questa gara la vorrei giocare subito. Abbiamo al massimo la fiducia e la cattiveria a livello agonistico. La nostra intelligenza ci permetterà di capire meglio il match e cercheremo di metterli in difficoltà, perché giocano bene ma possono concederti qualche ripartenza. Noi stiamo bene anche mentalmente. Loro non sono all’ultima spiaggia, è normale partire con obiettivi ben precisi e poi cambiare in corsa. Certamente hanno più partite da perdere».

 

Ultimo appunto sulla situazione in casa: «Oltre a Russo è indisponibili anche Soddimo. Ha accusato un fastidio adesso in rifinitura. Dovessero giocare 5-3-2 dobbiamo essere bravi a cambiare posizioni in campo perché potrebbe essere fastidioso lasciare un loro giocatore libero davanti la difesa a impostare. Serve domani anche una grande prestazione di intelligenza tattica. La formazione? Leali, Rosi, AJeti, Blanchard, Pavlovic; Frara, Gori, Sammarco; Dionisi, D.Ciofani, Tonev».

 

 
Condividi
Articolo precedente
Montella: «Non voglio alibi, dobbiamo vincere»
Prossimo articolo
Toti: «Spero che Samp e Genoa tornino dove compete loro»