Andersen spera: «Skriniar, vorrei seguire le tue orme»

andersen sampdoria
© foto SampTV

Andersen è pronto per la prossima stagione: «Spero di giocare di più e ritagliarmi un ruolo importante. Adoro i tifosi della Sampdoria»

La prossima stagione può essere quella di Joachim Andersen. Il giovane centrale della Sampdoria, che adesso non dovrà più fare a spallate con Matìas Silvestre o Gian Marco Ferrari per ottenere minutaggio, in questi giorni di ritiro sta cercando di convincere il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo a dargli fiducia in vista del nuovo campionato: «Ho avuto un anno per capire meglio tante cose, questa stagione spero di giocare di più e guadagnare un ruolo importante all’interno della squadra. Questo è l’obiettivo che mi pongo. È dura ricominciare la preparazione, ma è bello, si torna in forma. Ho ascoltato il mister per un anno, quindi adesso capisco ogni parola. Sto anche cercando di aiutare alcuni nuovi ragazzi, dato che Giampaolo usa parole specifiche e metodi particolari che vanno assolutamente imparati».

Dopo mesi trascorsi in panchina, sul finale della scorsa stagione il danese è riuscito – peraltro con ottimi risultati – a esordire con la maglia della Sampdoria: «Il momento più bello è stato il mio debutto in Serie A contro l’Udinese, ma anche la gara contro l’Atalanta, la mia prima da titolare, è stata una grande emozione. Ho letto più volte paragoni con Skriniar – ammette Andersen ai microfoni di SampTV – e penso sia una bella cosa, perché lui ha fatto molto bene qui. Spero di seguire le sue orme». Il classe ’96 è stato conquistato da subito dall’atmosfera genovese: «I tifosi blucerchiati sono davvero passionali, mi piacciono molto».

L’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus ha fatto il giro del mondo, e Andersen non vede l’ora di poterlo affrontare in campo: «Sono un tifoso del Real Madrid, perciò poter giocare contro Ronaldo è un sogno che si avvera. Chiunque vorrebbe potersi misurare con i migliori calciatori del mondo, e lui è senza dubbio uno di questi». Un’ultima battuta sulla possibilità di approdare in Nazionale maggiore: «Penso che stando qui alla Sampdoria e ritagliandomi il mio spazio potrei guadagnarmi anch’io una chiamata dalla Danimarca. Il mio obiettivo, e penso sia realistico, è giocare i prossimi Europei. Ci proverò in ogni modo», ha concluso.