Beunardeau, il neo-arrivato: «Samp, l’opportunità giusta»

© foto www.imagephotoagency.it

Se il clima è pesante in casa Samp, con tanto di contestazione, c’è chi vive questo scenario con gli occhi del ragazzo appena arrivato. Stiamo parlando di Quentin Beunardeau, che ieri ha vissuto una dele prime giornate blucerchiate da quando è arrivato a Genova: portiere classe ’94, il ragazzo proviene dal Le Mans, club francese recentemente fallito. Per la sua settimana di prova alla Samp, sono giunti con lui anche il padre Regis (che ha giocato ed allenato il Le Mans: una storica bandiera del club), il d.s. della società francese ed un paio di agenti. Il ragazzo era comunque emozionato: «Ho aspettato di capire come si sarebbe conclusa la vicenda giudiziaria con il Le Mans – ha dichiarato Beunardeau ai microfoni de “Il Secolo XIX” – Quando ho capito che non ci sarebbero state speranze, ho iniziato a valutare alcune proposte. Diverse dalla Francia, tra cui anche quella della Samp».

Già facente parte dell’U-17 e dell’U-19 francese, ora Beunardeau è nella rosa dell’Under-20: «Proseguire la mia carriera in Italia mi stimolerebbe molto. La Sampdoria, poi, è una società molto famosa, di grande tradizione europea – ha detto il portiere – Passerò qui a Bogliasco questa settimana e poi vedremo se potrà uscire qualcosa di buono». Beunardeau avrebbe potuto accodarsi alla prima squadra già ieri, ma il clima era del tutto particolare e perciò questo passaggio è stato evitato. Oggi dovrebbe essere la giornata buona perché il francese conosca Palombo e compagni. Il destino di Beunardeau è complicato: il parco portieri blucerchiati è pieno, con Tozzo e Fiorillo rimasti a Genova. Tutti e tre potrebbero essere soggetti ad un prestito, specie se Beunardeau dovesse passare il provino con pieno successo.