Blucerchiati in B: l’Empoli di Maccarone ci crede, respirano Rizzo e il Modena

© foto www.imagephotoagency.it

Ultima giornata di Serie B dell’anno e pausa sino a fine gennaio. Questo il programma di cadetteria terminato, per quanto riguarda il 2013, e allo stesso tempo cominciato al triplice fischio delle sfide andate in scena ieri pomeriggio, in vista del 2014.

L’Empoli non molla il passo, nonostante i punti lasciati indietro nelle scorse partite, e tiene banco al Palermo vincendo a Pescara 2-1: Maccarone si propone in avanti ma cede il primato ai compagni Tavano e Pucciarelli e il posto in campo a Mcedlidze, a quasi due minuti dallo scoccare del recupero.

Doveva essere un match tutto blucerchiato quello tra Cesena e Modena ma la squalifica, che ha fermato Massimo Volta per un turno, e l’infortunio, alle cui prese è Francesco Signori, lo hanno impedito di gran lunga: il solo a varcare l’uscita dagli spogliatoi è stato il gialloblù Rizzo, sufficiente nel pari finale seppur costretto ad uscire per far posto a Burrai al 60′ dal tecnico Novellino, che torna a sorridere per un risultato utile quanto importante ai fini personali ottenuto.

Fermato sul 3-3 dal Trapani, il Brescia invece ha tanto da recriminare per le diverse coperture errate in fase difensiva: Juan Antonio, indiscusso valore aggiunto per la compagine lombarda, resta ancora a casa per guai fisici. 

Nella stessa situazione sono i biancoscudati Laczko e Celjak, che dalla tribuna vedono il Padova sconfitto ad Avellino e sofferente in piena zona retrocessione, e il biancorosso De Vitis, il quale non prende parte alla vittoria in extremis del Carpi sulla Juve Stabia.