Sampdoria, mani avanti: il futuro guadagno grazie alle rivendite

Sampdoria Calciomercato
© foto Valentina Martini

La Sampdoria può vantare un ulteriore tesoretto con le future cessioni di Schick, Muriel e Fernandes: ecco il calcolo ipotetico

Il calciomercato estivo è ufficialmente terminato da poche ore e la Sampdoria si è meritata l’appellativo di regina delle plusvalenze. Le illustri cessioni hanno permesso alla società blucerchiata di incassare sufficiente denaro per investire in altri giocatori di talento, più o meno giovani, e alzare l’asticella delle ambizioni. Non è finita qui: accantonando i bonus inseriti nei contratti e le rate dei vari pagamenti, dalle future cessioni di Luis Muriel, Bruno Fernandes e Patrik Schick i doriani guadagneranno altri milioni. Ovviamente non è possibile sapere quando né quanto con esattezza, ma le stime sono più che favorevoli. A partire dal colombiano, ceduto al Siviglia per 26 milioni di euro: su di lui, ora, grava una clausola da 50 milioni che, se pagata, porterà alla Sampdoria la bellezza di 10 milioni, che equivalgono al 20% previsto dagli accordi stipulati tra le parti.

Ben più ampio il discorso relativo al portoghese, passato allo Sporting Lisbona per 9 milioni di euro totali, comprensivi dei 500mila di bonus. Il club lusitano ha fissato sul suo cartellino una clausola rescissoria da 100 milioni, una cifra che, al giorno d’oggi, potrebbe addirittura non risultare abbastanza per blindarlo. In tal caso, i blucerchiati riceverebbero il 10% sulla futura plusvalenza: dei 91 milioni di differenza, l’incasso sarebbe pari a 9,1 milioni. Infine, l’attaccante ceco per il quale la Roma sborserà 22 milioni a fine campionato e altri 20 milioni entro febbraio 2020. Qualora dovesse essere venduto prima dei prossimi due anni e mezzo, nella casse della Sampdoria arriverebbe il 50% del prezzo di vendita: basterà una buona stagione, insomma, per vedere triplicato il suo valore di mercato.

Articolo precedente
Luan BrasileUn gennaio col botto: il sogno rimane Luan
Prossimo articolo
Ramirez SampdoriaRamirez, un tira e molla durato mesi: la frase che lo ha convinto