Cessione Samp, Aquilor si ritira: Ferrero non ha più alternative

ferrero Sampdoria cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il “no” di Ferrero al gruppo Vialli, Aquilor si ritira dalle trattative: il presidente blucerchiato non ha più alternative

Tanto tuonò che piovve. La strategia di Massimo Ferrero per portare su il prezzo della Sampdoria nell’ambito di un’eventuale cessione societaria non sembra proprio aver dato i frutti sperati. Molti tifosi erano preoccupati dell’atteggiamento del numero uno doriano, deciso a non scendere a compromessi e ad accettare di farsi da parte solo nel caso in cui le sue richieste economiche fossero state soddisfatte, un modo di fare che, a detta di molti, avrebbe potuto allontanare i potenziali compratori. Un atteggiamento che lo ha portato a volare a New York e a rifiutare nettamente l’offerta di Jamie Dinan, rappresentante negli USA del gruppo guidato da Gianluca Vialli, e che contemporaneamente – e, anzi, proprio a causa del viaggio negli States – lo ha anche portato a perdere l’unica offerta che realmente si avvicinasse alle sue richieste, quella di Aquilor Capital.

Sì, perché secondo Il Secolo XIX Aquilor Capital, stizzito dal viaggio di Ferrero che ha testimoniato una ben precisa preferenza per il gruppo Vialli, ha deciso ormai di abbandonare le trattative per l’acquisto del club. Non sarà dunque con ogni probabilità araba la nuova proprietà della Sampdoria – cordata rappresentata, come noto, dal fondo inglese. Anzi, ogni giorno che passa crescono le possibilità che a guidare la Samp la prossima stagione sia ancora Ferrero, che lunedì incontrerà il tecnico Marco Giampaolo e che potrebbe avviare la ricerca di altri soci, mantenendo la carica di presidente e la visibilità garantitagli dal mondo del calcio. Il gruppo Vialli resta presente con la propria offerta, ma il Viperetta non sembra intenzionato a cedere: a meno di colpi di scena particolari, è difficile immaginare che la trattativa possa ravvivarsi improvvisamente. Ferrero ha bruciato le alternative che gli si sono palesate, e ora la possibilità di un nuovo anno alla Sampdoria si fanno ogni giorno più concrete.