Da Kamano a Berardi: il punto sugli esterni

Sampdoria Kamano
© foto Twitter

Le richieste di Di Francesco e la volontà della Sampdoria: il punto sugli esterni, da Kamano a Berardi

CALCIOMERCATO – LE ULTIME NEWS SULLA SAMPDORIA

A due settimane dalla fine del calciomercato, Eusebio Di Francesco aspetta ancora almeno un rinforzo nel reparto offensivo: un esterno di ruolo, un giocatore che conosca già i movimenti da fare, perché, come ribadito ancora dallo stesso tecnico ieri sera, Gonzalo Maroni e Gaston Ramirez sono entrambi trequartisti adattati. Tra le esigenze dell’allenatore e la volontà della dirigenza della Sampdoria, però, la quadra non è ancora stata trovata e sulle fasce si muovono ancora i due sudamericani.

Tutte le piste fin qui sondate rimangono ancora aperte: Hatem Ben Arfa, Emiliano Rigoni e François Kamano sono nomi papabili, anche se non convincono appieno l’area tecnica blucerchiata. Dal canto suo, Di Francesco preferirebbe andare sul sicuro arrivando a uno dei suoi pupilli, Simone Verdi o Domenico Berardi, costringendo però la società a sborsare molti più soldi (per il primo si parte dai 20 milioni di euro, per il secondo addirittura dai 30): due profili che erano stati sondati a inizio estate, salvo poi essere abbandonati – specialmente l’esterno del Sassuolo – per via delle alte richieste economiche.

Poco ma sicuro, un rinforzo in quel ruolo arriverà entro due settimane, tanto più che proprio Maroni – infortunatosi ieri allo “Scida” – potrebbe dover stare fermo alcune settimane. Molto probabilmente il nuovo acquisto si vedrà a campionato già iniziato, dato che al momento non sono previsti sviluppi decisivi nell’immediato. Tuttavia, nel remoto caso in cui Di Francesco promuovesse Ramirez a pieni voti e decidesse di confermarlo come esterno titolare, allora la Samp si limiterebbe ad operare sul mercato acquistando un prospetto interessante che possa garantire plusvalenze in futuro: in questo senso, il nome in pole è quello di Emanuel Vignato del Chievo, su cui però ha messo gli occhi mezza Europa. Il presupposto, però, è che né Gianluca CaprariManolo Gabbiadini – su cui DiFra conta molto, ma che potrebbe rientrare in uno scambio con Giovanni Simeone della Fiorentina – vengano ceduti.