Connettiti con noi

2013

Delio Rossi: «Krsticic? Se quell’entrata fosse stata fatta su Totti…»

Pubblicato

su

Come Carlo Osti, Delio Rossi ha preso parte alla cena del Sampdoria Club Toghe Blucerchiate. L’allenatore della Samp, è stato intercettato da Telenord, a margine dell’evento: «Non ho molto tempo, per questo non vado spesso alle feste dei club, ma mi fa piacere e penso che la squadra sia dei tifosi. Il derby? Eravamo di meno, ma ho sentito solo i doriani, mi fa piacere. Il derby è sempre particolare, grande spettacolo ma non il dovuto apporto tecnico però si sa che i derby a volte esulano dal discorso tecnico. L’entrata su Krstitic? L’ho già detto, è un’entrata provocatoria. Se imponi che quello sia il limite non puoi ammonire poi per una spinta, perché non ci sarebbe uniformità. Avendola interpretata in quella maniera, avrebbe dovuto proseguire con quel metro. L’aspetto morale mi lascia pensare, se quell’entrata fosse stata su Totti o Del Piero, che rilevanza avrebbe avuto? È capitato a Krsticic, e forse non se n’è parlato abbastanza: ai moralisti dico, o ci si indigna sempre o mai. La cosa più brutta per un calciatore è l’inattività per infortunio: c’è rabbia, dispiacere: a me dispiace per il fatto che la partita sarebbe andata in modo diverso, e perché ho perso un giocatore fino alla fine del campionato. Matuzalem lo conosco, non aveva quell’intenzione ma agonisticamente va spesso sopra le righe».