Sampdoria-Chievo parla polacco: Kownacki sfida Stepinski

kownacki sampdoria
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Chievo è anche una sfida tra talenti polacchi: Kowancki e Stepinski, stesso procuratore, destini diversi. Per ora il blucerchiato è più incisivo

Il calcio italiano ha aperto le porte a tantissimi talenti provenienti dalla Polonia. La Sampdoria ne ha ben tre in rosa e, quasi sempre, due a rotazione nel suo undici titolare. Martedì sera, contro l’Inter, per la prima volta sono scesi in campo nella stessa gara Bartosz Bereszynski, Karol Linetty e Dawid Kownacki. L’attaccante ha nuovamente iscritto il suo nome alla lista dei marcatori, andando a siglare la prima rete per il tentativo di rimonta dei blucerchiati. I dati dicono che il numero 99 blucerchiato sta facendo meglio del suo predecessore Schick, e i quotidiani locali lo esaltano: «Sette minuti per battere il miglior portiere della Serie A». Carattere e concretezza, Marco Giampaolo non manca di parlarne con ottimismo: si allena bene, ha intelligenza tattica, e non può far altro che migliorare.

In una sorta di duello a distanza, tra le fila del Chievo si legge il nome del connazionale Mariusz Stepinski, che ha finora giocato quattro partite in stagione, totalizzando 71 minuti e siglando un gol nella partita contro il Cagliari. Per Kownacki i minuti passati sul manto verde sono di poco inferiori (68) e divisi in quattro partite, ma i gol realizzati sono due consecutivi, ai danni di Crotone e Inter. Sugli spalti del “Ferraris” potrebbe esserci anche Marcin Kubacki, procuratore di entrambi, per valutare i miglioramenti dei suoi assistiti, per i quali è previsto un ingresso a partita in corso, dato che i titolari del match dovrebbero essere Fabio Quagliarella e Duvan Zapata da un lato, Riccardo Meggiorini e Roberto Inglese dall’altro.