Sabatini subito operativo: ecco i profili valuati

sabatini Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Walter Sabatini prende in mano le redini del calciomercato della Sampdoria: sono molte le idee per rinforzare la rosa di Giampaolo

Ha scatenato grande entusiasmo fra i tifosi della Sampdoria l’arrivo a Genova di Walter Sabatini. Dopo il boccone amaro dovuto ingoiare per la perdita di Pecini, dunque, Ferrero ha saputo intelligentemente porre rimedio a questa partenza ingaggiando un dirigente altrettanto abile nello scovare talenti – i nomi di Lamela, Pastore, Marquinhos dovrebbero parlare da sé. Complimenti a parte, per Sabatini, si tratta ora di prendere in mano le redini del mercato doriano: sono diversi i nomi che il dirigente vaglierà con Giampaolo per trovare i giusti rinforzi da mettere a disposizione per l’allenatore. Il primo è Gerson, vero e proprio pupillo dell’ex ds di Palermo e Roma: 24 presenze in stagione condite da 2 reti, il brasiliano non è certo un elemento imprescindibile per il tecnico giallorosso Di Francesco, anche se l’alta valutazione del suo cartellino – non meno di 10 milioni – potrebbe essere un freno per una eventuale trattativa. Nella Capitale Sabatini ha portato anche Skorupski e Paredes: il portiere piace moltissimo a Giampaolo, che ha chiesto uno sforzo alla dirigenza blucerchiata per portarlo a Genova; la presenza di Sabatini potrebbe essere il jolly per convincere il polacco ad accettare il trasferimento.

Per quanto riguarda invece Paredes, l’interesse della Samp è noto, così come l’alto costo del cartellino dell’argentino: è pur vero che il mediano di proprietà dello Zenit ha più volte affermato che riabbraccerebbe volentieri Sabatini, ma in questo caso la Samp dovrebbe compiere uno sforzo economico non indifferente. All’Inter ci sono poi RanocchiaÈder e Karamoh, giocatori dei quali Sabatini ha grande stima. Se però per il difensore potrebbe essere Giampaolo a porre il veto e per l’attaccante è difficile ipotizzare un ritorno – con i nerazzurri che chiederebbero di inserire Bereszynski nella trattativa -, per quanto riguarda il francese classe ’98 l’operazione in prestito sarebbe fattibile. Infine, tornando a Roma, un altro giocatore che è sempre piaciuto molto a Sabatini è Bruno Peres, esterno che può giocare con disinvoltura sia sulla destra che sulla sinistra: il brasiliano è ai margini del progetto giallorosso e probabilmente troverà una nuova collocazione in estate e, data l’assenza di un giocatore che possa giocarsi il posto a sinistra con Murru, non è escluso che la Samp possa quantomeno fare un tentativo. Si tratta, come chiaro, di giocatori che piacciono al neo dirigente blucerchiato, ma per i quali non è in corso alcuna trattativa – Skorupski e Paredes a parte. Non è tuttavia da escludere che un tentativo possa essere fatto più avanti.