Donadoni: «Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra»

© foto www.imagephotoagency.it

Non importa il risultato, conta solamente la prestazione. È questo, in sintesi, il pensiero di Roberto Donadoni al termine della sfida del “San Paolo” tra Napoli e Bologna, che ha visto padroneggiare gli azzurri con un largo 3-1. 

 

Il risultato è cambiato con l’ingresso di Arkadiusz Milik, autore di una doppietta. Il rammarico più grande del tecnico rossoblù riguarda proprio le circostanze che gli hanno permesso di segnare: «Potevamo indubbiamente fare qualcosa di più. È un giocatore temibile e di grande avvenire, era necessario osservarlo con quattro occhi perché può sempre creare pericoli. Nemmeno Callejon ha fatto granché a parte il gol, dunque posso ritenermi soddisfatto per come abbiamo interpretato la gara. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, capace di entrare in maniera positiva sul campo e creare buone occasioni per segnare. Siamo rientrati in gara immediatamente dopo lo svantaggio, mentre il loro raddoppio è arrivato nel nostro momento migliore e ci ha un po’ frenato».

 

Mercoledì c’è la Sampdoria e la situazione interna preoccupa. Oltre allo squalificato Emil Krafth, si aggiunge alla lista Vasilis Torosidis per un guaio muscolare: «Ha giocato bene, ma ho dovuto farlo uscire per un piccolo problema fisico. Si sente molto anche l’assenza di Destro – dichiara il tecnico in conferenza stampa -, punto molto su Nagy e Verdi, che si sta adattando a un ruolo non suo».

Condividi
Articolo precedente
Dzemaili: «Contro la Samp vogliamo i tre punti»
Prossimo articolo
Verdi: «Mercoledì ci riscatteremo contro la Samp»