Montella allontana il Milan: «Penso solo alla Sampdoria»

© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Montella non si è affatto pentito di aver scelto la Sampdoria. Il tecnico blucerchiato, intervenuto ai microfoni della Rai, ha ribadito i motivi che lo hanno spinto a dire sì al patron Massimo Ferrero: «Rifarei la scelta di venire alla Sampdoria? Sì. Sono stato chiamato perché la società pensava che io potessi fare un certo tipo di calcio e io ho accettato perché guardando i calciatori a disposizione pensavo la stessa cosa. Non è facile cambiare mentalità, ci voleva e ci vuole del tempo, però piano piano è accaduto. Tra difficoltà enormi e un po’ di paure che talvolta fanno bene e talvolta no. Ma abbiamo avuto tenacia. Arrivare in corsa è stata un’esperienza che ora fa parte del mio bagaglio. Se però dovesse ricapitare, commetterei meno errori».

 

Montella è tornato poi sulle dichiarazioni rilasciate in merito al caso Totti: «Ho fatto una battuta. Certo se volesse venire, le porte sono spalancate. Ho bisogno di un nuovo collaboratore (ride)… e poi ripensando a tutte le volte che nella Roma sono andato in panchina per fare giocare lui e Cassano, mi piacerebbe fare il contrario», scherza il tecnico della Sampdoria, che ha commentato anche le voci relative ad un interesse del Milan nei suoi confronti: «In questo periodo parte sui giornali il mercato degli allenatori. Lo sappiamo. Io ho un contratto di altri due anni con la Sampdoria e non ci sono sotto questo profilo pensieri ulteriori». 

Condividi
Articolo precedente
Lega Serie A, due variazioni di calendario per la Samp
Prossimo articolo
I consigli di Pea: «Ampiezza e profondità per superare l’Empoli»