Viviano: «Non siamo una squadra da 40 punti, programmiamo l’anno prossimo»

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria torna alla vittoria e lo fa nuovamente in casa, sostenuta dal suo meraviglioso pubblico. I blucerchiati, dopo l’1-0 di Djordjevic, rimontano la Lazio con i gol di Fernando e Diakitè, senza dimenticare il miracolo di Viviano sul rigore calciato da Candreva. Tre punti fondamentali che mettono in cassaforte (o quasi) la salvezza.

Anche il portierone blucerchiato Emiliano Viviano ha così commentato l’esito del pirotecnico match ai microfoni di Sky Sport: «Parata sul rigore fondamentale? Sicuramente sì, saremmo andati di nuovo sotto e sarebbe stato un bel problema. La nostra stagione? Dovevamo soffrire molto meno, non siamo una squadra da 40 punti. Comunque ora siamo contenti di essere arrivati a questa quota, dobbiamo finire bene e programmare per l’anno prossimo».

Su una (doverosa) chiamata in Nazionale per gli Europei: «Uno che ha la mia età e che gioca da così tanto in Serie A deve sentirsi in corsa per la Nazionale. Poi non è detto, Conte sceglierà e le sue scelte andranno rispettate, ma io provo a metterlo in difficoltà con le mie prestazioni».

Condividi
Articolo precedente
Montella: «Il gol lo hanno fatto i nostri tifosi»
Prossimo articolo
Viviano: «Amo il calore della gente: vivo per i miei tifosi»