Ammenda per la Samp sul caso-Zamblera

© foto www.imagephotoagency.it

Pochi si ricorderanno di Fabio Zamblera. Questo 22enne centravanti transitò dalle parti di Bogliasco per qualche mese, dal gennaio al giugno 2009. Sembrava un ottimo prospetto del futuro italiano, cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta e poi trasferitosi in Premier, al Newcastle, come capitato a molti giovani calciatori azzurri. Non andò bene alla Samp; poi il ritorno a Newcastle, la Primavera della Roma, un nuovo infortunio e l’anonimato. Quando è finito il contratto con il Newcastle, Zamblera ha ricominciato dall’Eccellenza, precisamente dal Valcalepio, la sua avventura nel calcio.

Adesso la Samp pagherà 15mila euro d’ammenda per “responsabilità oggettiva” nel caso-Zamblera: come riporta il Corriere Mercantile, infatti, i blucerchiati sono coinvolti perché furono la società che permise alla Roma l’acquisizione del cartellino del giocatore nel settembre del 2009. Un contratto che presentò delle irregolarità, violando così l’art. 1.1 della CGS. 15mila euro di multa sono stati commutati anche al giocatore, mentre Rossella Sensi – ex rappresentante della società giallorossa – è stata punita con un mese di inibizione.

Articolo precedente
Nuova chance per Estigarribia?
Prossimo articolo
La Sampdoria blinda Icardi