Ilicic, preferisci l’Atalanta? Con Ramirez la Sampdoria ci ha guadagnato

© foto www.imagephotoagency.it

Il voltafaccia di Ilicic ha costituito la possibilità per l’approdo in blucerchiato di Ramirez: a conti fatti, la Sampdoria ci ha guadagnato

Ilicic e la Sampdoria, fin da quando lo sloveno vestiva la maglia del Palermo, si sono rincorsi negli anni, ad ogni sessione di mercato o quasi, come se i rispettivi destini fossero intrinsecamente legati, come se fosse scritto che, un giorno, il trequartista avrebbe finalmente vestito la maglia blucerciata. Quest’estate sembrava davvero che l’happy ending potesse essere scritto su questo flirt continuo: la Samp cerca un trequartista, il ciclo di Ilicic alla Fiorentina è terminato, lo sloveno firma per i blucerchiati. Tutto ok? Non proprio: l’Atalanta si inserisce, Gasperini ha la carta Europa League da giocare e lo fa. Ilicic, ammaliato, lascia la Sampdoria con un pugno di mosche in mano, a visite mediche già fissate e si accasa a Bergamo – con uno stipendio più alto rispetto a quello pattuito con Ferrero, un dettaglio non da poco.

Il resto si sa: la Samp vira su Ramirez e l’uruguagio prende possesso della trequarti blucerchiata con estrema soddisfazione di tutti. Ora, domenica pomeriggio l’Atalanta e Ilicic saranno ospiti della Sampdoria a Marassi: facile prevedere una pioggia di fischi per il giocatore che ha rifiutato la squadra di casa. Verrebbe da dire, inoltre, meglio così: a conti fatti, Ramirez sembra essere un giocatore decisamente migliore dello sloveno. Se, in effetti, entrambi hanno una qualità immensa, l’ex Bologna è comunque più continuo del collega di reparto, che a volte si prende lunghe pause in cui sbaglia molto ed appare confusionario. Il numero degli assist, in questo inizio di campionato, è uguale: due a testa, ma lo sloveno ha una presenza in più. Inoltre, non va dimenticata l’età: gli anni di differenza sono quasi tre – dicembre ’90 contro gennaio ’88 -, un numero che, specialmente in quella posizione del campo, fa la differenza se si guarda al futuro. Insomma, il voltafaccia di Ilicic non sembra essere stato, in fin dei conti, una disgrazia per la Sampdoria: Ramirez è in grado di sostituire e di far anche meglio dello sloveno, sul lungo periodo. E, penseranno i tifosi, sarebbe bello lo dimostrasse proprio domenica.

Articolo precedente
calciomercato sampdoriaBereszynski diventa papà: benvenuto Leo – FOTO
Prossimo articolo
di francesco romaDi Francesco preoccupato: «Il rinvio di Genova potrà pesare»