Samp, il pericolo si chiama Totti: 14 reti ai blucerchiati in carriera

© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Totti può essere definito in tanti modi. Uno dei più grandi calciatori del pallone italiano dal dopo guerra a oggi. Il capitano e simbolo indiscusso della Roma. Un ragazzo di 38 anni, che ancora oggi riesce a determinare le gare. A qualcuno, vista la sua strenua difesa dei suoi colori e della sua città, è risultato anche antipatico. Per la Samp ha un paio di significati diversi. Innanzitutto, tutti ricordano e mai dimenticano che Totti avrebbe potuto essere un giocatore blucerchiato: era stato scelto lui come successore di Mancini, deciso ad andarsene alla fine del 1996-97. Poi Sensi bloccò tutto e Totti rimase a Roma, ottenendo successi e record con la maglia di una vita.

Ma il dato che forse preoccupa di più la Samp è quello riguardante i gol segnati dal capitano giallorosso alla compagine blucerchiata: tra i 237 gol messi a segno in Serie A, Totti ne ha realizzati ben 14 in carriera contro il Doria. A pari merito con il Cagliari, la Samp è la terza vittima preferita da Totti, dopo Udinese (15) e sopratutto Parma (20!). L’ultima rete di Totti contro la Samp risale al 26 settembre 2012, quando la Roma andò in vantaggio con la rete del capitano al 26′. Poi il pareggio di Munari nella ripresa e le grandi parate di Romero consentirono alla Samp di Ferrara di strappare un pareggio all’Olimpico.

Articolo precedente
Romero: «Un portiere si valuta dalle parate, non dallo stipendio. A Genova sto bene»
Prossimo articolo
rizzoliRizzoli e Romero, di nuovo insieme dopo il Mondiale