Stadio Samp, Miami è d’esempio

© foto www.imagephotoagency.it

Continua la diatriba riguardante lo stadio: come sappiamo dagli ultimi giorni, Edoardo Garrone ha presentato il progetto al Comune, proponendo la Fiera come zona d’installazione dello stadio. Molti hanno contestato come l’impianto sia impossibile da realizzare con vista sul mare. Tuttavia, come riporta il Secolo XIX nella sua edizione odierna, quest’ipotesi non è impossibile: infatti, il vice-presidente blucerchiato guarda alla “Triple A Arena” di Miami. L’impianto, posizionato sul mare, ospita la squadra dei Miami Heat, che disputa il più famoso campionato di basket al mondo.

Quando venne costruito – 12 anni fa – i problemi erano gli stessi del futuro progetto Samp: posizionamento sul mare, nostalgia dei vecchi tempi e diversi ostacoli burocratici da affrontare. Tuttavia, dopo un referendum che vide la possibilità di realizzare il palazzetto, l’arena è adesso uno dei simboli di Miami; la sua funzionalità è uno dei vanti della città della Florida. L’American Airlines (da qui la tripla “A”) sponsorizzò il palazzetto per 35 milioni di euro, capendo però che ne avrebbe ottenuto un grosso ricavo. L’impianto è di 20mila posti e costò all’epoca 135 milioni di euro, valido non solo per lo sport, ma anche per concerti. Insomma, un palazzetto multi-funzionale, come quello che Garrone sogna di costruire per la sua Samp.

Articolo precedente
Pozzi: “Non mi abbatto mai. Riconquisterò tutto”
Prossimo articolo
21 i blucerchiati per Catania: c’è Eder