Sensibile, l’ex d.s. Samp riparte da Alessandria

Sensibile
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’esperienza negativa a Trapani, l’ex Samp Pasquale Sensibile riparte dall’Alessandria: «Questa è una società solida che lavora con grande attenzione alla logica delle operazioni»

Alessandria sta per giocarsi la promozione in B con la Cremonese nell’ultima giornata del girone A di Lega Pro, ma con i lombardi avvantaggiati dagli scontri diretti: dopo aver condotto il campionato a lungo (anche +10 sulla seconda nel dicembre scorso), il club piemontese potrebbe veder sfumare il ritorno in cadetteria. Intanto, però, l’Alessandria si è mossa: per la prossima stagione è stato già confermato Giuseppe Pillon, mentre il nuovo d.s. sarà Pasquale Sensibile. Proprio l’ex dirigente della Samp ripartirà dal Piemonte dopo l’avventura negativa a Trapani, come ha confermato nella presentazione ufficiale: «Devo fare attenzione agli stati d’animo, portando grande rispetto allo stato d’animo che c’è nell’ambiente, comprensibilmente amareggiato ed arrabbiato. Essere qui mi genera un entusiasmo consapevole e ora, in questo contesto, devo trovare un punto di equilibrio. Il 1° di agosto sono subentrato a Trapani e ora subentro ad Alessandria. Non so se questo momento ha anticipato qualcosa che sarebbe poi successo a luglio. Qui è stata allestita una squadra che, a detta di tutti, è una corazzata. I risultati l’hanno anche dimostrato. Ora è intempestivo e indelicato esprimere giudizi su una squadra che non ho allestito io. Anche se non sono abituato a parlare in prima persona, dico che da oggi questa è la mia squadra. Non potrò essere considerato responsabile per ciò che è successo fino a questa mattina, ma da oggi pomeriggio sono il responsabile di tutto ciò che accadrà. Per il momento dobbiamo gestire i quattro giorni che ci separano dalla partita con il Pontedera. Tutto il resto non ha senso».

Condividi
Articolo precedente
ferrero sampdoriaLa normalizzazione di Massimo Ferrero
Prossimo articolo
LazioLazio contro la Samp senza la Curva: il comunicato dei tifosi