E’ l’ora di Maurito

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’ingresso a partita in corso contro l’Atalanta si è visto un Mauro Icardi rampante, in forma, quasi sprecato in panchina vista la penuria di prime punte in casa Sampdoria. La buona prova nel finale contro i bergamaschi deve aver fatto riflettere mister Ferrara, che sta seriamente pensando di servirsi di lui per la prossima partita. 

Ma procediamo con ordine. Stando a La Repubblica di Genova, nell’allenamento di ieri Gastaldello e compagni si sono allenati con il 442, modulo che però metterà in sera difficoltà l’allenatore della Sampdoria. Se in difesa non ci saranno cambiamenti, a centrocampo si dovranno fare delle scelte che comporteranno esclusioni eccellenti: l’unico esterno puro è Estigarribia, che nonostante abbia fino adesso deluso potrebbe finalmente giocare nel suo ruolo naturale (e, perché no, magari anche nella sua fascia di competenza), Munari e Soriano dall’altra parte sarebbero adattati e si tratta più di centrocampisti di inserimento che di vere e proprie ali. Inoltre da non sottovalutare per questo ruolo c’è anche Andrea Poli, che con Ranieri all’Inter ha giocato più volte ala. Per quanto riguarda invece la coppia centrale tutto dipenderà da chi non verrà scelto nel ruolo di esterno e si giocherà il posto con Maresca e Obiang. 

Altro nodo è l’attacco. I punteri a disposizione sono solo tre. Anzi no, due e mezzo: a fianco dell’intoccabile Eder, mister Ferrara dovrà decidere se schierare una prima punta di ruolo come il giovane Icardi o un trequartista, quindi Juan Antonio. 

Articolo precedente
Sensibile risponde ai tifosi: atmosfera serena
Prossimo articolo
Poli: “Sto meglio e ci riprenderemo”