Giampaolo pensieroso: tre dubbi per il derby

Giampaolo Sampdoria
© foto Mg Genova 12/08/2018 - Coppa Italia / Sampdoria-Viterbese / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Marco Giampaolo

Il tecnico blucerchiato inizia a pensare alla formazione da schierare contro il Genoa: gli interrogativi principali sono al momento tre

Se al derby il tecnico del Genoa Ivan Juric cercherà di sorprendere la Sampdoria con qualche accorgimento tattico, lo stesso non si può dire dell’allenatore blucerchiato Marco Giampaolo, che ha sempre ribadito di non volersi distaccare dal suo 4-3-1-2 e che, in questa e nelle precedenti stagioni, ha sempre dimostrato di non variare mai eccessivamente gli undici titolari delle sue formazioni. Con un centrocampo ridotto all’osso dalla squalifica di Karol Linetty e dall’infortunio di Edgar Barreto – Albin Ekdal, alle prese con un affaticamento muscolare, dovrebbe invece farcela – le scelte del tecnico di Giulianova sono estremamente ridotte per quanto riguarda il reparto mediano. Non così, invece, per quanto riguarda la difesa, dove tutti saranno a disposizione: il dubbio che attanaglia Giampaolo è il solito, e riguarda chi giocherà accanto a Joachim Andersen fra Lorenzo Tonelli e Omar Colley, con il primo favorito dopo il turno di riposo a Roma.

Il secondo dubbio porta a centrocampo: la soluzione più logica dovrebbe portare al trio formato da Dennis Praet – motivato dal raggiunto accordo per il rinnovo – Ekdal e Jakub Jankto. Se lo svedese dovesse però rendersi conto di essere in difficoltà, spazio a Ronaldo Vieira – più difficile la soluzione con l’inglese in regia e Ekdal mezz’ala al posto di Jankto. Infine, l’ultimo dubbio riguarda la trequarti: Riccardo Saponara sembra il prescelto per innescare Fabio Quagliarella e Gregoire Defrel, ma Giampaolo scioglierà le riserve solo dopo la rifinitura. Intanto, questa sera alle 19 la squadra, in ritiro presso l’AC Hotel di Corso Europa, riceverà la gradita visita dei tifosi, che si raduneranno sotto la sede del ritiro blucerchiato per caricare i giocatori e infondere loro il giusto coraggio per affrontare una partita speciale come solo la stracittadina genovese sa essere.

Articolo precedente
genoa juricJuric vuole sorprendere la Samp: la strategia
Prossimo articolo
defrel sampdoriaDefrel confessa: «Un top club? Rimarrei alla Samp per anni»