Sampdoria, nove giorni di fuoco: i cambi stuzzicano Giampaolo

Sampdoria Giampaolo
© foto Valentina Martini

Il tecnico Giampaolo deve scegliere in funzione delle tre partite in poco più di una settimana: Crotone, Inter e Chievo con qualche variante

La Sampdoria si prepara ai prossimi tre impegni di Serie A in poco più di una settimana, precisamente in nove giorni. Sabato l’anticipo con il Crotone, martedì il turno infrasettimanale contro l’Inter e domenica 29 ottobre il ritorno al “Ferraris” con il Chievo come ospite. È logico che non vedremo la medesima formazione per le tre partite precedentemente citate, sarà dunque fondamentale scegliere in maniera accurata l’undici titolare da sfruttare proprio contro i calabresi. Per tale motivo, il tecnico Marco Giampaolo potrebbe lasciarsi stuzzicare da qualche sostituzione e proporre elementi spesso schierati in corsa, ma da tempo in uno stato di forma smagliante e in grado di essere decisivi. È il caso di Karol Linetty, autore di una pregevole rete contro l’Atalanta che ha spalancato le porte per la conquista dei tre punti. Il polacco, infatti, potrebbe costringere Edgar Barreto alla panchina, malgrado lo sconto della squalifica dopo l’espulsione di Udine.

Anche per Gianluca Caprari potrebbe valere la stessa regola, tornando così in coppia con Fabio Quagliarella al posto di Duvan Zapata. Dietro di loro, inoltre, attenzione all’ombra di Ricky Alvarez che conserva dolci ricordi del terreno del “Ferraris”, avendo segnato il gol-lampo del 2-0 rifilato al Milan: sarebbe più opportuno, infatti, far rifiatare Gaston Ramirez in vista dell’Inter. In porta resta ancora poco chiara la questione relativa a Emiliano Viviano, desideroso di tornare disponibile in seguito all’operazione al ginocchio di qualche mese fa. Gli ultimi due dubbi sono relativi alla difesa: il primo concerne Vasco Regini, in leggero vantaggio su Gian Marco Ferrari; il secondo, invece, Nicola Murru, finora preso poco in considerazione per via della sua ridotta attinenza agli schemi dell’allenatore della Sampdoria. Sarà tuttavia necessario testare la condizione fisica di Ivan Strinic, non certo di poter garantire un certo livello di prestazione in una distanza tanto ravvicinata degli incontri.

Articolo precedente
Sampdoria, il Crotone non fa paura: così si assaltano i rossoblù
Prossimo articolo
Prelec Sampdoria PrimaveraLa Slovenia acclama Prelec: gol-vittoria all’Europeo Under 17