Sampdoria, quanti esuberi: Cigarini apre la lunga lista

Sampdoria Schick
© foto Valentina Martini

La Sampdoria dovrà costruire una rosa competitiva liberando i molti esuberi: Cigarini è il primo di una lunga lista

La Sampdoria non potrà operare sul mercato soltanto con acquisti di rilievo che ripieghino sulle illustre cessioni finora registrate, come Patrik Schick, Milan Skriniar e Bruno Fernandes. Per far sì che la rosa non si snaturi troppo e risulti compatta in vista del ritiro estivo di Ponte di Legno, la dirigenza doriana dovrà limare gli effettivi presenti e cedere al più presto i numerosi esuberi, i quali hanno ormai il piede sull’uscio di casa. Il primo è stato Luca Cigarini, innesto di assoluto valore che ha dovuto accettare la proposta del Cagliari, garantendo proprio ai blucerchiati l’acquisto di Nicola Murru. L’ex centrocampista dell’Atalanta è approdato a Genova esattamente un anno fa, portando sulle spalle grandi aspettative e propositi: è bastato un ragazzino di nome Lucas Torreira – e che ragazzino – a spodestarlo dalla cabina di regia e relegarlo in panchina per un’intera stagione. L’arrivo del terzino sulla sinistra libera automaticamente i colleghi di fascia Dodô e Daniel Pavlovic, mentre si complica la cessione di Vasco Regini dopo il rifiuto del club sardo: nonostante ci voglia più del previsto, non sarà più lui il capitano durante il prossimo campionato.

Ci saranno novità inoltre sul fronte portieri. Wladimiro Falcone è destinato al prestito alla Virtus Bassano, mentre Andrea Tozzo verrà ceduto al miglior offerente dato che non vuole passare un altro anno nelle vesti di dodicesimo: le intenzioni della società blucerchiata favoriscono indubbiamente Christian Puggioni, almeno fino a quando Emiliano Viviano non recupererà totalmente dall’infortunio al ginocchio. Passando al centrocampo, ormai i tasselli sono completi e non ammettono cambiamenti. I duplici ballottaggi per ogni ruolo della mediana permettono al tecnico Marco Giampaolo di liquidare i poco convincenti Filip Djuricic e Ricky Alvarez, seppur non siano ancora state recapitate a Corte Lambruschini proposte ufficiali. È infine questione di ore l’addio di Ante Budimir, che sarà definitivo solamente nel 2018: l’attaccante croato, rivelazione della promozione in Serie A del Crotone, proverà a imporsi nuovamente con addosso la maglia rossoblù, dopo essersi trasformato in una scommessa persa. Restano da risolvere, comunque, le questioni legate a David Ivan, Federico Bonazzoli, Andres Ponce e Stanley Amuzie che saranno osservati attentamente dallo staff doriano nel corso della preparazione.

Articolo precedente
kristyna schickPatrik Schick dimentica la Samp? Kristyna… no!
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaIlicic-Sneijder: una sfida all’altezza di Giampaolo